SETTEMBRE 2015: EMERGENZA PROFUGHI… Pace In Terra accoglie i migranti

Pace In Terra risponde tempestivamente all’emergenza profughi accogliendo nelle proprie strutture i tanti migranti che sbarcano sulle coste italiane. Il nostro umile servizio è quello di soccorrere con il massimo rispetto e attenzione quanti fuggono dalle più diverse povertà. Il cibo, i vestiti, i medicinali non si possono negare a nessun essere umano. Alcuni di loro si fermano, altri proseguono il loro viaggio. Talvolta, infatti, il nostro Paese è solo un luogo di transito per raggiungere Germania, Olanda o altri Paesi dove sono attesi da parenti o amici già ben integrati in quei territori.

In questo primo breve ma intenso periodo di accoglienza abbiamo sperimentato il senso evangelico dell’ospitalità nei confronti del forestiero rispondendo anche all’incisivo appello di Papa Francesco ad essere solidali e disponibili verso chi sta scappando da guerre, dittature e oppressioni. Questo è il motivo che ci spinge ad essere presenti proprio lì, accanto ai nostri fratelli più bisognosi, coinvolgendo ogni credente e tutte le persone di buona volontà e unendoci insieme per sostenere concretamente qualcuno di loro.

Continuiamo ad accogliere sperando nella generosa solidarietà di tutti coloro che, anche con un piccolo gesto, potranno contribuire a restituire il sorriso e la dignità a tutte le persone che bussano alla porta della nostra casa e soprattutto del nostro cuore.

Se non conosci la nostra realtà riportiamo di seguito una breve descrizione di chi siamo.

L’Associazione Pace In Terra è una comunità di fedeli cattolici, impegnati nel servizio della carità a favore dei più deboli. Alla vergine Maria Madre dei Poveri è affidata tale associazione convinti che la Madre del Creatore possa custodire ed illuminare il cammino di questa realtà. I più deboli, gli ultimi e i poveri sono quindi i principali protagonisti dell’associazione che rivelano il volto di Gesù sofferente sulla croce. Gli appartenenti all’associazione avranno come primo obiettivo quello di riscattare chi proviene da qualsiasi realtà di emarginazione e/o disagio. L’associazione potrà accogliere e accompagnare questi fratelli più svantaggiati prodigandosi nel cercare le risorse necessarie per dare una risposta efficace ai loro bisogni.

L’Associazione promuove l’accoglienza anche attraverso specifiche strutture dove chi vive nel disagio possa sentirsi accolto e sostenuto. L’associazione è impegnata nella realizzazione di strutture socio educative al fine di avviare gli accolti verso percorsi di recupero e integrazione.

La preghiera comunitaria tra i soci, sarà la base sicura per un cammino di fede e speranza a supporto di quella carità operosa che lega gli appartenenti alla vita della chiesa cattolica. Il responsabile dell’Associazione è una guida, un padre, un punto di riferimento di tutte le necessità. L’Associazione si occupa anche di coloro che pur non avendo problemi materiali o assistenziali sono alla ricerca di risposte di tipo spirituale e di aggregazione.

La promozione della cultura della Pace in tutti i suoi aspetti sarà il fondamento per l’Associazione. La pace viene indicata come un percorso di riabilitazione per coloro che hanno problemi personali e che quindi vivono una condizione di turbamento e per coloro che hanno bisogno di ricostruire quella pace familiare e sociale in genere. L’associazione è ispirata alla pace tra i popoli e si propone una continua formazione privilegiando le nuove generazioni. L’educazione alla Pace sociale, alla giustizia e alla legalità devono nutrirsi dei principi e dei valori cristiani.